Si informano i genitori e tutto il personale scolastico che a decorrere dall’1 luglio 2020 sono cambiate le regole per il versamento delle tasse scolastiche obbligatorie e contributi volontari a favore delle Pubbliche Amministrazioni, ivi compreso le scuole di ogni ordine e grado.

Ai sensi dell’art. 65, comma 2, del D.lgs n. 217/2017 e s.m.i. dal 30 giugno p.v. i prestatori di servizi di pagamento, c.d. PSP (Banche, Poste, istituti di pagamento e istituti di moneta elettronica) sono chiamati ad utilizzare unicamente la piattaforma PagoPA per erogare servizi di pagamento verso le Pubbliche Amministrazioni. Di conseguenza, anche le Istituzioni Scolastiche devono adottare e utilizzare in via esclusiva la piattaforma PagoPA. Inoltre, il D. Lgs 165/2001, art. 1, comma 2, impone l’utilizzo obbligatorio di PagoPA per ogni tipologia di incasso, senza nessuna esclusione.

Per poter ovviare alle nuove modalità di pagamento, il Ministero dell’Istruzione ha attivato il nuovo sistema di pagamento denominato “Pago in rete” accessibile direttamente dal sito del Ministero previa iscrizione e rilascio delle relative credenziali.

Le famiglie degli alunni possono accedere o iscriversi al portale web del Ministero con le seguenti modalità, precisando che, comunque, questa procedura non costituisce un obbligo, ma solo una semplificazione degli adempimenti legati al versamento delle quote se dovute:

  • Fornirsi del codice fiscale del genitore, dati anagrafici, indirizzo email (del genitore o del tutore);
  • Accedere al sito http://www.pagoinrete.istruzione.it;
  • Utilizzare le credenziali già in possesso oppure di un’identità SPID (entra con SPID) oppure creare una nuova registrazione.

Alternativamente a questo sistema, le famiglie degli alunni possono utilizzare la piattaforma scuolanext, di cui si allega il manuale esplicativo.

Allegati:
FileAutoreDimensione del File
Scarica questo file (Slide-Argo-Pagonline-FAMIGLIE.pdf)Slide-Argo-Pagonline-FAMIGLIE.pdfsalvosap435 kB